Test di nuoto 1 - 8

Squalo

delfino

16 – 25 m

4 ondulazioni a delfino di piccola ampiezza (vedi test 2, es. 1) con un movimento
delle braccia. Le braccia sono in avanti. Dopo la 4a ondulazione a delfino
le braccia seguono simmetricamente il movimento del corpo fino alle cosce.
Ritorno delle braccia flesse e allungamento sopra la superficie dell’acqua.
Coordinazione ritmata dei movimenti.

dorso

32 – 50 m

Dorso con un braccio solo con fase di trazione e spinta visibile, gomiti in avanti.
Rotazione visibile attorno all’asse longitudiale. Movimenti continui. 3 volte ogni braccio, poi cambio del braccio senza pausa.
Braccio inattivo lungo il corpo.

braccia

16 – 25 m

Rana con un movimento di braccia seguito da 2 battute di gambe.
Movimento delle braccia con fase di trazione e spinta accentuata. Le braccia
restano allungate (fase di spinta) durante il 2° movimento delle gambe.
Movimento delle gambe efficace e dinamico. Il movimento delle gambe è
terminato quando i due piedi si toccano.

crawl

16 – 25 m

Posizione ventrale, corpo piatto, viso nell’acqua. Per il tergicristallo (vedi test
di base 6, es.2), effettuare un movimento dentro-fuori degli avambracci e
delle mani sotto il corpo.
Posizione dei gomiti in avanti visibile.
Dopo 2 – 3 movimenti di tergicristallo, un braccio si estende in avanti mentre
l’altro si estende lungo il corpo. Respirare sul fianco. Ripetere i movimenti di
tergicristallo. Respirazione 1 volta a sinistra, 1 a destra, 1 a sinistra. Movimenti
continuii. Gambe passive.

distanza

100 m

25 m ondulazioni a delfino insiprando dal avanti ogni 2 battute. Le braccia restano passive lungo il corpo (vedi test 2, es. 1). 25 m dorso con un braccio solo e con rotazione visibile (vedi test 2, es. 2). 25 m coordinamento
rana: 1 movimento di braccia seguito da 2 battute di gambe (test 2, es.3). 25 m crawl-tergicristallo (test 1, es. 4).
Continuità dei movimenti ritmati. Cambio dello stile natatorio senza pausa e senza perdita di qualità tecnica. Nessun limite di tempo.

partenza

8 m

Spinta dal muro in posizione freccia dorsale.
Scivolare in acqua e raggiungere una profondità di circa 80 cm con dei piccoli movimenti rapidi delle gambe in delfino. Espirazione nasale visibile sott’acqua.

virata

Nuotare sul dorso. Prima del muro, girarsi in posizione ventrale ed effettuare
una capriola rapida (rotazione intorno all’asse trasversale). La rotazione inizia
dalla testa e dalle spalle. Espirazione nasale visibile sott’acqua. Nessuna
inspirazione in posizione ventrale prima della capriola.
Spingersi dal muro in posizione freccia dorsale con espirazione nasale.
3 – 4 piccoli movimenti rapidi delle gambe in delfino sott’acqua prima della
ripresa del nuoto.