Test di nuoto 1 - 8

Obiettivo principale: rana

percezioni acquatiche

15 m

Remare davanti alla testa in posizione ventrale. Con le braccia davanti, quasi
tese, disegnare orizzontalmente un otto con le mani. Il dorso della mano verso
la direzione di nuoto, le dita verso il fondo della piscina.
L’angolo tra la superficie dell’acqua e dell’avambraccio è di circa 30°.
Un leggero abbassamento delle gambe può essere tollerato.
Respirazione dal davanti.

fase subacquea

15 m

Battuta di gambe a delfino sott’acqua in posizione ventrale. Dopo la spinta dal muro, battute rapide e di piccola ampiezza sott’acqua.
Esercizio da eseguire in 80 – 100 cm sotto la superficie dell’acqua.

resistenza – respirazione

100 m

Rana: 2 cicli completi (braccia e gambe) senza respirare, 2 cicli con respirazione normale.
Nessun tempo limite.

 

resistenza – gambe

50 m
Tempo limite 1.45 minuti

50 m battute di gambe a rana efficaci e dinamiche, braccia tese in avanti.
Terminare il movimento fino a quando le gambe saranno tese e i piedi si
toccano.
Respirazione dal davanti poco prima del movimento delle gambe.
Senza tavoletta.

 

4 stili

200 m

200 m, 4 stili coordinazione:
50 m delfino: il ritorno delle braccia avviene sott’acqua. La respirazione è
effettuata alla fine della spinta. Nessuna pausa delle braccia quando sono
davanti. 50 m dorso a 1 braccio con rotazione ben visibile. Cambio delle
braccia dopo 25 m. Braccio passivo lungo il corpo. 50 m rana: 1 volta braccio
destro e gamba sinistra – 1 volta braccio sinistro e gamba destra – 1 volta
ciclo completo. 50 m crawl con gancio lungo il corpo. L’inspirazione avviene
quando la mano esce dall’acqua. Respirazione a 3 tempi.

velocità

50 m
Tempo limite 55 secondi

50 m rana completi, compresa la partenza, la virata e la trazione conformi al regolamento.