Test-combinati

Test combinato 4

Programma obbligatorio: tutti i 4 ersercizi 4.1 - 4.4 devono essere superati

Programma libero: dei 4 esercizi 4.5 - 4.8 due devono essere superati

Lo stile è scelto liberamente e può essere cambiato senza però fermarsi.

Tempo limite: max. 30Min
Profondità dell'acqua: 120-200cm

Nuoto alternato:
Movimenti di trazione-propulsione alternati delle braccia; movimento ritmico delle gambe. Stili alternati sono il crawl e il crawl-dorso.

Criteri di valutazione:
a) Crawl con tuffo di partenza dal blocchetto o dal bordo
b) Crawl-dorso con partenza-dorso in acqua

Tempo limite: a) max. 45Sek b) max. 55Sek
Profondità dell'acqua: 120-200cm

  • Tuffo di partenza, nuoto libero
  • Afferrare "l'annegato" in acqua
  • Nuoto di salvataggio con una delle prese di salvataggio comuni 25m

Per esempio:
Presa nuca-fronte, la faccia "dell'annegato" è sempre fuori dall'acqua

Tempo limite: max: 1Min40
Profondità dell'acqua: min. 180cm

Tuffi

Criteri di valutazione:
1 posizione seduti-raggruppati, tenere gli stinchi
2/3 girare e aprirsi
4 entrata in acqua corretta, evitare assolutamente di inarcare la schiena.
Altra possibilità: caduta in avanti dalla posizione in appoggio sulle braccia, gambe a squadra

Entrata in acqua di testa:
ll corpo forma una linea possibilmente retta, dalle mani fino alla punta dei piedi. I piedi e le gambe sono tesi, la muscolatura dei glutei e del tronco è contratta in modo da evitare qualsiasi inarcamento della schiena (lordosi). Le braccia sono unite sopra la testa e toccano le orecchie in modo da formare un prolungamento retto del tronco. La testa deve trovarsi esattamente tra le braccia e non dev'essere spostata nè avanti nè indietro. Le mani sono strettamente unite.

Possibili posizioni delle mani:

palmo di una mano sul dorso dell'altra      pugni (pollice di una mano impugnato dall'altra mano)

Alt. per il tuffo: 3m
Profondità dell'acqua: min. 350

Tuffi

Criteri di valutazione:
1-4 stacco estensione completa
5 raggruppare (o carpiare) rotazione
6/7 aprirsi ed entrata in acqua verticale rettilinea

Lo stacco al senza presa di slancio delle braccia
1 nella posizione iniziale le braccia sono in alto
2 sollevare italloni
3 flettere le ginocchia e le caviglie
4 effettuare lo stacco con estenzione energica delle gambe
Lo stacco con presa di slancio delle braccia:

1 nella posizione iniziale le braccia sono tese lungo il corpo
2 alzare le braccia di fianco in alto sollevando contemporaneamente i talloni
3 slancio delle braccia difianco in basso, flettere le ginocchia e le caviglie senza sbilanciare le anche in avanti o indietro
4 slancio delle braccia in alto sino alla massima estensione di tutto il corpo perottenere uno stacco energico.

Alt. per il tuffo: 1m
Profondità dell'acqua: min. 350cm

Nuoto artistico

Criteri di valutazione:
1 pagaiare sul dorso, tempo: 10Sek
2 carpiare portando le gambe tese sopra la testa
3/4 girare indietro fino a che i piedi e la testa siano di nuovo alla superficie dell'acqua
5/6 distendersi progressivamente sul dorso

Pagaiare:
La parte superiore del braccio deve rimanere ferma il più possibile. Gli avambracci desccrivono, con mani tese considerando le punte delle dita, un otto capovolto. ln questo modo viene effettuata una pressione continua e regolare sull'acqua. Movimenti di scatto sono erronei.
Esercizio a secco: gli avambracci descrivono su una superficie piana i movimenti di un tergicristallo (il palmo della mano è rivolto verso il basso) Durante il movimento verso I'interno la mano viene girata di 45° rispetto al pollice durante quello verso l'esterno viene girata di 45° rispetto al mignolo.

Profondità dell'acqua: min. 200cm

Pallanuoto

Criteri di valutazione:
1 partenza in acqua con la palla senza spinta dal bordo
2 dribbling
3 virare
4 nuotata laterale la palla è sempre sopra I'acqua
5 tiro in porta (superficie di 50 x 50cm circa), con traiettoria possibilmente orizzontale, da una distanza di 4m circa

Partenza in acqua senza spinta dal bordo:
Il giocatore è in posizione laterale, le anche sono girate di circa 90° rispetto alla superficie dell'acqua. Il braccio inferiore è leggermente teso, quello superiore è piegato davanti alla testa. Le gambe sono tirate verso il corpo . Alla partenza il braccio superiore piegato, viene tirato verso il corpo con una bracciata a crawl in direzione delle anche. Quando il braccio si trova all'altezza del petto, si effettua una sforbiciata con le gambe, premendo energicamente uno contro l'altro i polpacci e portando contemporaneamento il braccio in avanti. Il braccio inferiore lavora simultaneamente, viene dapprima spinto in avanti sott'acqua e esegue poi la bracciata a crawl molto rapida.

La partenza con la palla

"Dribbling" o palleggio:
La palla viene portata in avanti sull'onda davanti alla testa. Il capo dev'essere tenuto abbastanza alto in modo da mantenere la visione del gioco. Leggere deviazioni della palla possono essere corrette da movimenti corrispondenti della testa. Si deve evitare di toccare la palla con le braccia.

1 Posizione del corpo 2/3 della testa e delle braccia del giocatore

Nuoto laterale:
Il braccio inferiore preme energicamente verso il petto a circa 10-20 cm sott'acqua e viene poi portato avanti sempre sott'acqua. Il braccio superiore effettua una bracciata a crawl completa. Le anche sono girate di circa 90° rispetto alla superficie dell'acqua. Le gambe effettuano una sforbiciata, premendo energicamente uno contro l'altro i polpacci.

Virata con la palla (verso destra):
Il pallone, che si trova davanti al capo, viene toccato in superficie dalla mano sinistra. Con una piccola rotazione del polso sinistro si alza la palla a circa 5cm dall'acqua e si porta il braccio nella direzione scelta per virare (a destra in questo caso). Alla fine della virata, il pallone viene portato davanti al corpo così che la mano sinistra appoggi ancora leggermente sulla palla. Segue poi una partenza in acqua senza spinta dal bordo con la palla (descrizione per mancini).

Tempo limite: max. 30Sek
Profondità dell'acqua: min. 120cm